sabato 5 agosto 2017

OTTOBRE E NOVEMBRE CALYX CON TANTE CAMMINATE ALL' INSEGNA DELLA NATURA E DEI GUSTI D' AUTUNNO




L’ ANELLO DEL PINOT NERO
Passeggiata storico-naturalistica alla scoperta della Val Versa e del borgo di Soriasco, con visita alla cantina QUVESTRA  e degustazione finale a base di vini e prodotti tipici


DOMENICA 22 OTTOBRE
Ritrovo ore 14:00 presso Località Case Nuove 9, 27047 Santa Maria della Versa (PV)

E’ una nuova e bellissima escursione alla scoperta della capitale dello spumante dell’Oltrepò Pavese quella che ci attende per il pomeriggio di domenica 22 Ottobre.
Partendo dalla Tenuta Vitivinicola QuVestra, situata sulle colline di Santa Maria della Versa, visiteremo le spettacolari colline a vigneto di Pinot Nero che caratterizzano la zona in compagnia di guide locali che provvederanno a dare spiegazioni sulle caratteristiche ambientali e sulle tecniche colturali che permettono all’Oltrepò Pavese di essere la maggiore zona di produzione al mondo di pinot per base spumantistica dopo la Francia.


Con un tragitto campestre di circa 2 km raggiungeremo il piccolo borgo di Soriasco, capoluogo della valle durante l’epoca d’oro dell’Oltrepò Pavese, il Medioevo.
La località, il cui nome rivela le sue origini liguri, è situata su un colle dominante l’abitato di Santa Maria. Per la sua posizione strategica rispetto al confine con i territori di Piacenza, essa costituiva una tappa obbligata dei percorsi che collegavano la capitale del tempo, Pavia, ai ducati meridionali del Regno Italico attraverso le vie custodite dagli abati del potente monastero di Bobbio.


Sebbene oggi rimanga solo una minima parte della possente fortezza e della cinta muraria con dodici torri che ne facevano “la perla della Valle Versa”, il borgo conserva un fascino particolare grazie al bellissimo panorama che lo circonda, tanto da attirare l’attenzione di diversi privati, tra cui personaggi del mondo dell’arte e della cultura, che hanno eletto Soriasco a loro buen ritiro, dando avvio ad un opera di restauro degli immobili storici.


Grazie ad uno di questi, il professor Marchesi, ultimo discendente del ramo locale dei nobili Isimbardi, potremo visitare  alcune parti della residenza realizzata sui resti dell’antica fortezza e ricostruire tramite il suo racconto l’antico aspetto del borgo e l’importanza di Soriasco nella storia e nell’economia della Valle Versa.


Terminata la visita, si farà ritorno attraverso un percorso altermativo alla tenuta QuVestra, di cui si visiteranno le cantine e si degusteranno i vini in abbinamento ad una merenda a base di specialità del territorio.


La quota individuale di partecipazione inclusiva di tutto quanto descritto è di 25 Euro

Sono necessarie scarpe comode ed abbigliamento adatto ad un’escursione campestre. In caso di fondo bagnato si consiglano scarpe di ricambio.
L’attività è a numero chiuso e soggetta a prenotazione entro sabato 21 Ottobre presso i seguenti recapiti:

Ass. Calyx, Tel. 3475894890 (Mirella) oppure 3495567762 (Andrea), e-mail: calyxturismo@gmail.com





--------------------------------------------------------------





QUATTRO PASSI TRA LE FOGLIE D’AUTUNNO
Camminata storico naturalistica sulle colline di Nazzano alla scoperta della flora e della fauna dell' Oltrepò Pavese, con visita al borgo medievale e merenda autunnale



DOMENICA 29 OTTOBRE 
Ritrovo ore 13:30, via Borgo 2, NAZZANO (PV)

In occasione della tradizionale Festa d’Autunno di Rivanazzano, l’associazione Calyx propone un trekking panoramico sulle colline che circondano la località e che rappresentano il punto di inizio dell’appennino Pavese. L’itinerario si snoderà dal borgo di Nazzano, caratterizzato da un piccolo castello medievale e dalla settecentesca villa San Pietro, ai boschi di Madonna del Monte, dove, secondo la leggenda,  San Francesco avrebbe avuto intenzione di fondare un convento.



Nella graziosa piazzetta su cui si affacciano i principali monumenti di Nazzano, verrà fatta una breve introduzione storica sul borgo e sulla sua importanza nel controllo della valle sottostante. Si partirà poi per la passeggiata di circa 4 km., con un dislivello di 200 m. circa, attraversando prati e boschi naturali, fino all’antica chiesetta situata in cima al monte, dedicata alla Madonna della Neve e al celebre miracolo operato su Rivanazzano nel XVI secolo. La chiesa potrà eccezionalmente essere visitata anche all’interno per gentile concessione dei conti Gambaro, attuali propretari.



Durante il tragitto in compagnia di guide locali, si avrà l’opportunità di godere di incantevoli panorami, di osservare vari tipi di bosco nei colori autunnali e di scoprire diversi esemplari di querce secolari.  Si percorreranno inoltre zone non contaminate dall’opera dell’uomo, dove ci saranno numerose occasioni di osservare i segni della presenza di animali selvatici che trovano in questo ambiente  il loro habitat ideale.



Infine in località Ca’ del Conte è prevista una bella merenda “ autunnale” a base di prodotti di stagione, specialità locali e vini dell’ Oltrepo’ Pavese.

Occorre abbigliamento comodo, scarpe da trekking, borraccia o bottiglia di acqua.
Per essere puntuali al ritrovo per la passeggiata segnaliamo la possibilità di pranzare a partire dalle 11:30 / 12:00 presso l’area di ristoro della sagra di Rivanazzano.



QUOTE DI PARTECIPAZIONE:
15 € a persona, 5 € per i bambini al di sotto degli 8 anni e agevolazioni per i gruppi superiori a 10 partecipanti adulti

LA PARTECIPAZIONE E’ SOGGETTA A PRENOTAZIONE POSSIBILMENTE ENTRO SABATO 28 OTTOBRE.

Per informazioni e prenotazioni:
Ass. Calyx, tel. 349-5567762 (Andrea)/ 3475894890 (Mirella)

E-mail: calyxturismo@gmail.com





--------------------------------------------------------
SULLE VIE DELLO ZAFFERANO

Escursione panoramica sulle colline del casteggiano dedicata all’oro rosso dell’Oltrepò Pavese


DOMENICA 5 NOVEMBRE 2017
Ritrovo ore 10:00 presso Az. “ Fattoria La Robinia”, SP 46 n. 21, MORNICO LOSANA (PV)

Ora le colline dell’Oltrepò Pavese non sono più famose solo per il loro vino. Negli ultimi anni infatti sono nate alcune nuove produzioni di nicchia che non solo hanno diversificato i mercati ed arricchito la biodiversità della zona, ma almeno in un caso hanno contribuito anche al recupero di una tradizione gastronomica ormai dimenticata del territorio.
E’ il caso dello zafferano, sostanza derivata dai pistilli essicati del crocus sativus,  pianta bulbosa che, dopo essersi diffusa in area mediterranea dall’Asia minore, approdò nel medioevo anche nel Nord Italia, dove in  zone dal clima mite venne coltivata in associazione all’ulivo ed utilizzata come sostanza tintoria in pittura e, da qui per dare colore al cibo, come ci insegna la leggenda della nascita del risotto alla milanese.


Sulle colline di Mornico Losana, nel casteggiano, i più anziani ricordano ancora una specie di crocus da zafferano che cresceva spontaneamente in mezzo ai vigneti o tra le coltivazioni ad uso familiare. Ed è proprio con l’intenzione di recuperare e moltiplicare i bulbi locali che Cesare Malerba, un tempo manager del settore farmaceutico,  quasi per gioco crea nella proprietà dei nonni il primo zafferaneto dell’Oltrepò Pavese diventando in breve tempo l’entusiasta patron de La Robinia, fattoria da cui avrà inizio la nostra escursione golosa alla scoperta del mondo dello zafferano d’Oltrepò.
La passeggiata si svolgerà lungo un anello panoramico durante il quale due guide locali spiegheranno gli aspetti naturalistici, agronomici e storici di questa splendida zona collinare. Il percorso tra i vigneti permetterà di ammirare il castello di Mornico e il complesso templare di Torricella Verzate,  fino ad arrivare alle prime alture affacciate sulla pianura padana nei pressi delle quali, vicino ad un bel laghetto si trova uno dei zafferaneti aziendali della Robinia.


Qui il produttore ci spiegherà le caratteristiche dello zafferano e le tecniche di coltivazione. Ripreso il cammino raggiungeremo il caratteristico borgo di Oliva Gessi il cui nome rimanda all’antica coltivazione dell’ulivo ed alle caratteristiche particolari del terreno. Lasciato il borgo, l’ultima parte dell’anello sarà rivolta verso il bel panorama del castello di Montalto Pavese e delle colline sopra l’abitato di Casteggio, ridiscendendo tra i vigneti al punto di partenza.


Qui ci attenderà un buon aperipranzo in cui potremo gustare prodotti tipici del territorio accompagnati da piatti e specialità aromatizzate allo zafferano. Il tutto sarà annaffiato da vino rosato e Bonarda della vicina Cascina Gnocco con l’ aggiunta di un ‘assaggio di Orione, vino rosso ottenuto da uva Mornasca, vitigno autoctono di Mornico Losana. Dopo il rinfresco, nello zafferaneto vicino agli edifici aziendali verremo introdotti alla delicata operazione della raccolta ed essicazione dei pistilli. Infine nel piccolo spaccio aziendale sarà possibile acquistare zafferano in pistilli, specilità aromatizzate allo zafferano, frutti ed ortaggi di stagione, tutti prodotti in maniera totalmente naturale e sostenibile.


  Le attività si concluderanno verso le ore 16:00
La partecipazione è soggetta a prenotazione possibilmente entro venerdì 3 Novembre 2017.
LA QUOTA DI PARTECIPAZIONE E’ DI 30 € A PERSONA
Per maggiori informazioni;
Ass. Calyx, e-mail: calyxturismo@gmail.com, cell. 3475894890 (Mirella) oppure 3495567762 (Andrea)







-----------------------------------------------------------

PASSEGGIATA TRA TERME E STORIA

Passeggiata storico-naturalistica alla scoperta delle acque curative di Salice Terme con visita guidata della rocca di Montalfeo e possibilità di bagno termale pomeridiano presso le Terme di Salice



DOMENICA 12 NOVEMBRE 2017
Ritrovo ore 10:00 presso Terme di Salice
GODIASCO- SALICE TERME (PV)


La passeggiata ad anello di circa 5 km inizierà con una visita guidata dedicata al prodotto tipico della località: le acque minerali. Dalla Fonte Sales romana all’attuale stabilimento termale benessere si toccheranno i luoghi che hanno caratterizzato la storia di Salice, approfondendo le caratteristiche chimico-fisiche delle acque e le loro proprietà curative.


Il percorso proseguirà nel tranquillo paesaggio di prima collina che circonda Salice, dirigendosi verso Montalfeo. La località, già nota ai romani per la sua sorgente sotterranea di acque solforose, nel medioevo divenne sede di una magnifica rocca appartenente alla catena di castelli costruita dai marchesi Malaspina per controllare la Via del Sale Pavese. 



La rocca, oggi completamente restaurata, per gentile concessione dei proprietari, potrà essere visitata anche all’interno. Una piacevole camminata lungo la strada che costeggia il torrente Staffora riporterà a Salice Terme, facendo scoprire un ambiente naturale ancora in gran parte incontaminato e che anche nelle giornate autunnali conserva intatta la sua bellezza.



Ritornati in paese, chi lo gradisce potrà concludere la giornata presso le Terme di Salice con un Percorso Romano (bagno con idromassaggio nelle piscine termali, sauna finlandese, bagno turco, stanza del sale e fornitura kit spugne da piscina) ad una tariffa speciale riservata al nostro gruppo. Il buono sconto sarà comunque utilizzabile in altra giornata entro 6 mesi dal rilascio. L’iniziativa avrà luogo anche in caso di maltempo munendosi di ombrelli o cerate.



Ritrovo davanti all’ingresso principale delle Terme di Salice, Viale delle Terme 22, Salice Terme, Coordinate Google 44.915181-9.027352

E’ richiesta la prenotazione possibilmente entro la mattinata di venerdì 10 novembre 2017.
Per informazioni:
Ass. Calyx
Cell. 3475894890




-------------------------------------------



CAMMINATA GOLOSA ALL’EREMO DI S. ALBERTO
Escursione tra natura, storia e leggenda alla scoperta delle specialità gastronomiche di origine monastica



DOMENICA 19 NOVEMBRE 
Ritrovo ore 10:00 a Ponte Nizza in Via Italo Pietra
davanti alla stazione dell’ex Ferrovia Voghera-Varzi
Ponte Nizza (PV)



Questa escursione tra la rigogliosa natura dell’ Oltrepò Pavese collinare, ci porterà alla scoperta dell’affascinante ambiente che circonda l’abbazia medievale di S. Alberto di Butrio situata a 500 m. di altezza, in posizione panoramica sopra il rio Begna, un affluente del torrente Nizza. L’eremo è famoso per il suo ciclo di affreschi quattrocenteschi splendidamente conservati, ma anche per il mistero che circonda il suo ruolo all’interno del potente marchesato dei Malaspina.  


Certo è che il luogo era così strategico  da essere protetto da ben due castelli. Delle due rocche oggi solo quella di Pizzocorno conserva ancora strutture identificabili lungo la cosiddetta Strada Romana o del Barbarossa a ricordo del passaggio dell’imperatore fuggiasco per questi luoghi. L’opera del monastero è stata fondamentale anche per il patrimonio gastronomico dell’Oltrepò Pavese conservando e sviluppando produzioni che vanno dai formaggi vaccini e caprini alle conserve di frutta, dal miele alle castagne fino alle erbe selvatiche per uso farmaceutico e culinario.



Il ritrovo dei partecipanti è previsto per le ore 10:00 a Ponte Nizza (PV) in Via Italo Pietra davanti alla stazione dell’ex Ferrovia Voghera-Varzi per poi spostarsi in macchina in gruppo sotto la guida degli accompagnatori fino al punto di inizio della passeggiata. Quest’ultima percorrerà la mulattiera del Barbarossa e tratti del canyon del Begna restando in prevalenza tra i boschi misti di quercia e carpino e tra bellissimi castagneti secolari. Sarà anche possibile osservare numerose tracce di animali selvatici e capire come le colline dell’ Oltrepò Pavese siano ricche di biodiversità e rifugio di tante specie animali.
All’eremo di S. Alberto si effettuerà la visita guidata degli interni e si pranzerà al coperto con prodotti locali  e specialità gastronomiche di origine monastica, il tutto innaffiato da vini locali.


L’atmosfera incantata del luogo è tangibile anche nel percorso di ritorno che scende a valle lungo il rio Begna, dove fenomeni erosivi hanno dato origine ad una specie di piccolo canyon con  grotte ed anfratti che avevano ospitato S. Alberto ed i suoi confratelli prima della fondazione del convento.
La passeggiata si concluderà verso le ore 16:30 al punto di partenza.


Grado di difficoltà: medio-facile. Lunghezza totale 8  km. circa. Sono richieste scarpe da trekking e scorta d’acqua da utilizzare durante il percorso.

IL COSTO E’ DI 25 € A PERSONA, 15 € PER I BAMBINI AL DI SOTTO DEGLI 8 ANNI

E’ RICHIESTA LA PRENOTAZIONE POSSIBILMENTE ENTRO IL POMERIGGIO DI SABATO 18 NOVEMBRE 2017

Per informazioni sul menù, percorso e modalità di partecipazione contattare:

Ass. Calyx, Tel. 3475894890 (Mirella ) oppure 3495567762 (Andrea), e-mail: calyxturismo@gmail.com





Nessun commento: