mercoledì 11 novembre 2015

GIORNATA DEL TARTUFO DELLE VALLI DEL GIAROLO DOMENICA 22 NOVEMBRE 2015

SAN SEBASTIANO CURONE
RITROVO ORE 9:45

"Vi mando alcuni tartufi, scusate se sono pochi ma il tempo è asciutto e non se ne trovano di più!".
Con questa frase ricorrente in tre diverse lettere, datate 18 febbraio 1470, 26 agosto 1481 e 4 maggio 1495, un castellano della Val Curone, il capitano della Cittadella e il Vescovo di Tortona annunciavano l'invio di tartufi al Duca di Milano, prima nella persona di Francesco Sforza e poi di Ludovico il Moro. Questi documenti non solo sono tra i più antichi conosciuti sui tartufi del genere profumato che conosciamo noi oggi, ma dimostrano anche come il territorio della Val Curone sia talmente vocato al tartufo da offrirne in ogni stagione.

Per farvi conoscere meglio questo misterioso prodotto, i suoi luoghi ed i protagonisti della sua ricerca vi porteremo alla scoperta di San Sebastiano Curone e delle sue campagne in occasione della sua 31° fiera nazionale del tartufo che animerà con stand gastronomici le vie del borgo lungo i torrenti Curone e Arzola.

Il ritrovo è previsto per le ore 09:45 all’ingresso del centro storico di San Sebastiano Curone, davanti all’agenzia bancaria Cariparma (indirizzo Via Franco Anselmi, 8, 15056 San Sebastiano Curone AL).

Per prima cosa vi presenteremo i veri protagonisti del mondo del tartufo ossia i cani da ricerca. Assisteremo a una dimostrazione di ricerca e scopriremo come avviene l’addestramento di questi prodigiosi “nasi” viventi.

Effettueremo poi una breve escursione nelle campagne che lambiscono il piccolo borgo per conoscere le caratteristiche ambientali essenziali per la crescita dei nostri preziosi frutti ipogei.

Al termine, ci addentreremo nei graziosi vicoli medievali del borgo, che, pur trovandosi oggi in Piemonte, racconta ancora nei colori e nelle architetture delle case di quando i suoi dominatori si chiamavano Doria e Fieschi e da qui si passava per andare e venire tra Genova e Milano con carichi di sale e di grano. Visiteremo inoltre la spettacolare piazza in stile Liberty che testimonia il perdurare dell’importanza del centro anche in epoche più recenti.

Le attività avranno termine intorno alle 13:00


Quota di partecipazione: 5 Euro a persona. Bambini fino a 10 anni gratis

Per partecipare alla passeggiata è richiesta la prenotazione entro sabato 21 novembre 2015.

Per il pranzo i partecipanti potranno scegliere se fare degli assaggi alle bancarelle della fiera, che normalmente comprendono farinata, panini con salamella, caldarroste ecc., oppure optare per un menù di degustazione tartufi presso i ristoranti e le strutture agrituristiche di San Sebastiano e zone limitrofe aderenti all’evento.

In quest’ultimo caso consigliamo vivamente di contattare direttamente i ristoranti per prenotare.

INFO E PRENOTAZIONI:
Telefono: 347-5894890 (Mirella) oppure 349-5567762 (Andrea)


sabato 17 ottobre 2015

VISITA GUIDATA DEI GIARDINI DI VILLA SANPIETRO DI NAZZANO E ITINERARIO DEI FRUTTI AUTUNNALE E ANTICHI 25 OTTOBRE 2015




Ore 14:00
Visita guidata del villaggio di Nazzano e dei giardini all’italiana di Villa San Pietro con passeggiata panoramica in collina dedicata al valore dei frutti antichi nella dieta moderna e nell’agricoltura ecosostenibile.
Se ormai è chiaro che prodotto a  km zero e biodiversità siano le chiavi per un futuro ecosostenibile, è poco noto che questi elementi fossero in realtà già alla base della produzione di cibo dei nostri nonni. Questo modus vivendi è ancora particolarmente leggibile nel paesaggio collinare dalla Valle Staffora, che oltre ad alternare boschi naturali ad aree coltivate, conserva campi e vigne con i cosiddetti pianton, alberi da frutto sparsi e monumentali, appartenenti a numerose qualità, selezionate e sapientemente addomesticate dai contadini del passato per garantire tutto l’anno la disponibilità di frutta per se stessi e per il mercato, in assenza dei mezzi di protezione, conservazione e trasporto moderni.
In occasione della annuale Festa d’Autunno che Rivanazzano Terme dedica alla valorizzazione dei prodotti tipici e dell’agricoltura dell’Oltrepò Pavese, l’Associazione Calyx organizza una passeggiata dedicata alla scoperta di questi paesaggi e delle antiche varietà di frutta presenti sulle colline che circondano il borgo medievale che domina l’abitato di Rivanazzano e la cui presenza ha garantito la protezione del territorio circostante da uno sviluppo sconsiderato.
Il ritrovo dei partecipanti è previsto per le ore 14 davanti all’info-point turistico di Rivanazzano. L’escursione guidata prevede la salita con trasporto navetta al borgo medievale di Nazzano, la visita guidata di quest’ultimo e dei giardini all’italiana di una delle sue ville storiche seguita da un percorso naturalistico fino a Rivanazzano tra boschi, campi e vigne.  L’escursione è adatta a tutti ed avrà una durata di circa 2 ore.
Per consentirci di organizzare adeguatamente il servizio di trasporto si raccomanda la prenotazione entro sabato 24 ottobre.
Per info e prenotazioni contattare:
Ass. Calyx, Tel.3475894890 (Mirella) oppre 3495567762 (Andrea), e-mail: calyxturismo@gmail.com, web: www.calyxturismo.blogspot.it

lunedì 5 ottobre 2015

AD OTTOBRE LE PASSEGGIATE STORICO-NATURALISTICHE DEDICATE ALLE MELE E ALLE CASTAGNE DELL'OLTREPO' PAVESE

DOMENICA 11 OTTOBRE 2015

  IL CASTELLIERE DI GUARDAMONTE E LE MELE DI BAGNARIA

Passeggiata panoramica tra natura e storia con pranzo presso la 33a Giornata della Mela di Bagnaria

In occasione della 33a Giornata della Mela, l’Associazione Calyx in collaborazione con la Pro-Loco di Bagnaria organizza una passeggiata agro-culturale con pranzo a tema e visite guidate alla scoperta della natura e della storia antica di questa località dell’alta Valle Staffora che lega la sua fama alla frutticoltura.
Le attività prevedono la visita guidata al sito archeologico di Guardamonte, a quasi 800 metri di altezza, nella quale sono ancora visibili i resti di un castelliere, ossia di un villaggio fortificato, costruito dai Liguri probabilmente per difendersi dalle invasioni celtiche del IV secolo a.C.
Oltre a reperti legati alla storia dell’uomo, in zona sono abbondanti anche tracce della storia geologica del nostro territorio con fossili di animali e vegetali appartenenti all’epoca in cui l’area si trovava sommersa da un oceano primordiale.
La visita del sito è emozionante anche  perchè quest’ultimo ha un lato costituito da una terrazza panoramica naturale creata da una falesia di arenaria, molto nota tra i free-climbers, detta le Balze di Guardamonte, da cui si domina con una vista mozzafiato la Valle del torrente Staffora oltre Bagnaria. Paesaggi stupendi faranno anche da sfondo al percorso in discesa di circa 5 km. verso Bagnaria durante il quale si avrà modo di conoscere le caratteristiche dell’ambiente naturale e agricolo attraversato nonchè le specie animali e vegetali che li abitano.
Arrivati a Bagnaria si farà conoscenza con il prodotto principe della festa: le mele locali, frutti dal sapore inconfondibile perchè cresciuti secondo natura in un ambiente incontaminato. Le mele saranno acquistabili nel mercato ortofrutticolo di Bagnaria collocato nella piazza principale del paese che ospiterà anche stand e bancarelle di altri prodotti d’eccellenza del territorio. Si potrà anche degustarle nei dolci che chiuderanno il pranzo a base di polenta e salsiccia o zola accompagnata da vino rosso dell’Oltrepò Pavese allestito dalla Pro-Loco nei locali della biblioteca del centro.
Nel pomeriggio verrà effettuata la visita del borgo antico, arroccato su un promontario dominante lo Staffora, alla scoperta della storia medievale di Bagnaria, antico feudo dei Malaspina, dominatori delle vie commerciali tra il porto di Genova e la citta di Pavia.

Il ritrovo è previsto per le ore 09:30 presso il parcheggio del ristorante Il Sagrestano in località Casa Zanrè, Via Ponte, 2, 27050 Cecima PV (Il ristorante è esattamente al bivio per Cecima sulla Strada Statale 461).

La quota individuale di partecipazione a tutte le attività della giornata, pranzo incluso,  è di 20 Euro per gli adulti e di 10 Euro per i bambini sotto i 10 anni.

Sono tassative scarpe comode da escursione ed abbigliamento consono alle temperature del momento + Kway o impermeabile

E’ richiesta la prenotazione entro sabato 10 ottobre 2015.

INFO E PRENOTAZIONI PRESSO:

Calyx Associazione Ricreativa Culturale

Tel. 349-5567762 (Andrea) / 347-5894890 (Mirella)

E-mail: calyxturismo@gmail.com

-----------------------------------------------

DOMENICA 18 OTTOBRE 2015

  GIORNATA DELLA CASTAGNA

 Passeggiata storico – naturalistica per golosi con visita della pieve medievale di San Zaccaria e della 33a Sagra della Castagna di Chiusani

E’ vero che il castagno non è una pianta selvatica? Qual è la differenza tra castagne e marroni? E’ vero che le castagne curano le malattie respiratorie? Perché la gente dell’Appennino non se la prende se gli viene dato del “buzzurro”?


Se al vostro appetito si associa la sete di conoscenza e di bellezze naturali, non potete mancare a questa escursione golosa alla scoperta del territorio di  Chiusani, piccolo villaggio sorto all’ombra dell’antico Castrum Saxillae  (l’odierna Rocca Susella), sulle colline dell’Oltrepò Pavese, che da tempo immemore basa la propria economia su questo delizioso prodotto dell’autunno.
Per questo motivo ogni anno nella località si tiene una sagra della castagna che, oltre a dare l’opportunità di acquistare un prodotto assolutamente naturale a km. 0, consente di partecipare a una graziosa festa popolare con pranzo tradizionale e contorno folklorisitco. 

Nell’ambito dei festeggiamenti, la nostra associazione proporrà una passeggiata della durata di circa 2 ore per conoscere meglio il marrone di Chiusani e le ragioni storiche e ambientali della sua diffusione.
Le attività avranno inizio con la visita guidata della Pieve di S. Zaccaria, chiesa facente parte del patrimonio artistico romanico pavese, che testimonia l’importanza  del nostro territorio in epoca medievale, periodo in cui la castagna diventò la base dell’alimentazione per le popolazioni appenniniche.
Terminata la visita, con un breve spostamento in auto si raggiungerà il punto di inizio della passeggiata vera e propria, nel corso della quale si visiteranno boschi misti e alla fine un castagneto, immersi nell’incantevole paesaggio della Valle Ardivestra, fino a raggiungere due dei più importanti siti di interesse geologico della provincia di Pavia: l’orrido e le formazioni erosive di Rocca Susella, che ci daranno modo di capire i fenomeni che hanno dato origine all’Appennino ed alla morfologia attuale di queste valli.
Al termine si giungerà a Chiusani dove chi lo desidera potrà partecipare al pranzo contadino a base di
 
polenta al cinghiale, merluzzo o gorgonzola oppure optare per la postazione spiedini e salamelle alla griglia o per l’angolo della pizza.
Nel pomeriggio ci si potrà aggirare per le stradine del minuscolo borgo, osservando le dimostrazioni degli antichi mestieri e gustando dal primo pomeriggio castagnaccio, bastarnà (caldarroste), farsö (frittelle dolci) e schita (frittella salata). Per la passeggiata sono necessarie scarpe da trekking e scorta d'acqua.

Quota di partecipazione alla passeggiata con visita guidata:  8 Euro a persona. I bambini fino a 10 anni partecipano gratuitamente e sotto la responsabilità dei loro accompagnatori maggiorenni.

Ritrovo ore 09:15 davanti alla Pieve di S. Zaccaria

I partecipanti alla passeggiata potranno prenotare anche il pranzo presso la sagra della castagna di Chiusani facendone richiesta all’atto della prenotazione della passeggiata

E’ richiesta la prenotazione entro venerdì 16 Ottobre 2015 lasciando nominativo, numero partecipanti e numero di cellulare di riferimento.

 
Per informazioni e prenotazioni contattare:

CALYX, Associazione Ricreativa Culturale, e-mail: calyxturismo@gmail.com, Tel.: 347-5894890 (Mirella) – 349-5567762 (Andrea), www.calyxturismo.blogspot.it